Forse ti serve un aiuto: hai bisogno di energia per?
è vero che

È vero che il cioccolato fa bene alla concentrazione?

Sì, è vero! Ma, come sempre, dobbiamo sapere quale scegliere e non  esagerare con la quantità. Il cioccolato, in particolare quello fondente, infatti, non è solo buonissimo, ma può anche essere un valido alleato nei periodi in cui aumenta il bisogno di concentrazione. Ad esempio, questi sono giorni di rientro a scuola: stressanti per i genitori e ancora di più per i bambini che, dopo la lunga estate, devono riprendere confidenza con la sveglia, le lunghe ore di lezione, le giornate più brevi e fredde.

Non solo, dopo tre mesi lontani dai libri è possibile che i bambini facciano molta fatica a “rimettere la testa” sulla matematica, sui temi, sulla storia, sugli esercizi di disegno…Ecco perché il cioccolato fondente potrebbe essere un buon alleato da mettere nello zaino! Tuttavia, il segreto del beneficio offerto dal mangiare cioccolato fondente è che contiene un contenuto minimo di cacao pari al 60%, dal quale deriverebbe il tanto sospirato incremento dell’attenzione.

Troppo cioccolato fa male, ma la giusta quantità fornisce una bella ricarica di energia. Infine, non dimentichiamo che il cacao contiene moltre altre sostanze bioattive come caffeina e teobrimina, che hanno la prerogativa di innalzare il livello d’attenzione del cervello, favorire la concentrazione ed allontanare la sensazione della fatica.

Quindi, se grandi e piccini faticano a rimettersi dietro alla scrivania o sui banchi di scuola questo alimento così celebre e così buono può davvero essere un incentivo a ricominciare con più energia, più gusto e sicuramente col sorriso!