frutta secca

È vero che la frutta secca fa bene al cuore?

La risposta è… certamente, la frutta secca fa bene al cuore e al cervello!

La frutta secca, in particolare noci, mandorle, pistacchi e anacardi, contiene diverse sostanze ricche di proprietà benefiche come gli acidi grassi monoinsaturi, che aiutano a ridurre l’LDL o “colesterolo cattivo” e ad aumentare l’HDL o “colesterolo buono” nel sangue.

Studi di ricerca suggeriscono che la dieta mediterranea, che è ricca di questi grassi, aiuta a prevenire la malattia coronarica e riduce il rischio di ictus, migliorando il profilo lipidico del sangue sano. Sono inoltre una ricca fonte di importanti acidi grassi essenziali omega-3 i quali, in virtù dell’azione antinfiammatoria aiutano a ridurre il rischio di pressione arteriosa, ictus e altre gravi patologie.

Entriamo nello specifico: quali benefici?

  1. Anacardi: sono ricchi di fibre alimentari solubili, vitamine, minerali e soprattutto di acidi grassi monoinsaturi. Contengono anche una piccola quantità di zeaxantina, un antiossidante protettivo verso i raggi UV.
  2. Pistacchi: anche questi frutti contengono elevate quantità di acidi grassi monoinsaturi e di vitamina E, antiossidante essenziale per il mantenimento dell’integrità della mucosa e della pelle.
  3. Noci: oltre agli acidi grassi monoinsaturi (ben il 72%!) e agli omega-3,  sono una ricca fonte di minerali come manganese, rame, potassio, calcio, ferro, magnesio, zinco e selenio.
  4. Mandorle: contengono molte vitamine del gruppo B come riboflavina, niacina, tiamina, acido pantotenico, vitamina B6 e folati, cofattori essenziali che supportano le funzioni metaboliche dell’organismo.

Attenzione alle quantità: la frutta secca ha un importante apporto calorico. Per questo si raccomanda di non esagerare e di non superare una dose di 30gr al giorno, evitando varianti con zucchero, sale o copertura al cioccolato.

Potrebbe interessarti