Vitamina B1 (tiamina, aneurina)

La tiamina, o vitamina B1, è una vitamina idrosolubile di origine sia animale che vegetale, che si comporta come un coenzima partecipando al complesso processo di conversione del glucosio (lo zucchero del sangue) in energia, ed è vitale in alcune reazioni metaboliche. Ecco perché la tiamina è necessaria quando c’è un alto consumo di energia, come per esempio quando si pratica uno sport. La tiamina si adatta ai bisogni del corpo, a condizione che venga consumata una quantità sufficiente di alimenti che la contengono. Tra le funzioni della tiamina ricordiamo la protezione del cuore e del sistema nervoso e la formazione e il mantenimento dei globuli rossi. E’ presente in quantità limitata in quasi tutti gli alimenti e in grandi quantità solo in alcuni come il maiale e le interiora. Il pane e i cereali dovrebbero essere consumati integrali o vitaminizzati, perché la tiamina è contenuta nel germe e nella crusca del grano, nella pula del riso e in quella parte di tutti i cereali che viene eliminata durante la macinazione per dar loro un colore più chiaro e una consistenza più fine. Una dieta ricca di lievito di birra, germe di grano, melassa e crusca, procurerà all’organismo sufficiente tiamina e aiuterà a prevenire l’accumulo di depositi grassi nelle pareti delle arterie.

Conosciuta anche come “vitamina del morale” per la sua relazione con un sistema nervoso sano e per la sua azione benefica sull’attitudine mentale, la tiamina è in rapporto anche con la capacità di apprendimento individuale. E’ necessaria per la crescita dei bambini e per il miglioramento del tono muscolare dello stomaco, dell’intestino e del cuore. La tiamina è essenziale per stabilizzare l’appetito perché migliora l’assimilazione dei cibi durante la digestione, particolarmente di amidi, zuccheri ed alcool.

Fonte: “Almanacco della Nutrizione” di Gayla J. Kirschmann e John D. Kirshmann