energia_cambio_stagione_sustenium

Ritrovare l’energia con il cambio di stagione

Il cambio di stagione è un momento spesso difficile per il nostro organismo che sempre più spesso deve adattarsi a repentini sbalzi di temperatura e a variazioni del ciclo luce-buio che si ripercuotono sul nostro ritmo sonno veglia e sulla nostra “vitalità”. Tutto ciò si traduce nella comune stanchezza da cambio stagione che spesso passa veloce ma per alcuni può rappresentare un problema. L’arrivo dell’Autunno, in particolare, rappresenta il cambio di stagione più pesante e difficile per molte persone: i ritmi del lavoro diventano incalzanti subito dopo la pausa estiva, la stagione sportiva prende il via e la si deve incastrare nei vari impegni giornalieri e, per chi ha figli, l’inizio della scuola e delle loro attività rappresentano un notevole impegno aggiunto alle faccende quotidiane. L’Autunno poi di per sé è un momento particolarmente uggioso perché, oltre all’arrivo delle piogge e di temperature via via più fredde, anche la natura vira dai colori solari dell’estate verso quelli tristi del freddo e buio inverno.

Quindi non stupirti di sentire una certa stanchezza da cambio di stagione, preoccupati solo che sia un momento passeggero. In ogni caso puoi aiutare il tuo organismo a ritornare in salute e a ritrovare l’energia partendo dalla scelta di un regime alimentare sano, in cui siano presenti nutrienti utili a vincere la stanchezza. In particolare cerca di non far mai mancare sulla tua tavola frutta e verdure freschi e di stagione, legumi e noci, alimenti ricchi in vitamine e minerali che contribuiscono a diminuire la stanchezza e l’affaticamento, in particolare magnesio, potassio e vitamina C.

Il magnesio è un minerale coinvolto in numerose reazioni metaboliche che regolano il fisiologico metabolismo energetico del nostro organismo. Inoltre, oltre a contribuire alla riduzione di stanchezza e affaticamento, sostiene la normale funzione psicologica, regola il ritmo del sonno e, assieme al potassio, rappresenta un fisiologico supporto alla normale funzione muscolare. La carenza di magnesio è generalmente rara poiché il magnesio è ampiamente distribuito sia nei cibi di origine animale che vegetale. In particolare cereali, legumi e frutta secca si distinguono come cibi ricchi in magnesio. Ci sono comunque alcuni gruppi di persone più soggetti alla carenza di magnesio, in particolare gli sportivi, le donne, gli anziani e le persone stressate. In tali casi può essere indicata un’integrazione di magnesio da solo o in associazione al potassio negli integratori di sali minerali. In generale per tutti l’integrazione può essere indicati se la stanchezza da cambio di stagione tende a perdurare o se si è sottoposti a un continuo impegno fisico e intellettuale per lungo tempo.

La vitamina C (o Acido L-Ascorbico) è un altro nutriente utile per aiutare il nostro organismo a “vincere” la stanchezza da cambio stagione. Ricorda che cinque porzioni al giorno di frutta e verdure freschi ricchi in vitamina C, come kiwi, agrumi, peperoni, ortaggi a foglia verde e pomodori, ne garantiscono un utile apporto, soprattutto in virtù del fatto che l’uomo non è in grado di sintetizzare la vitamina C e la introduce principalmente con la dieta. Attento però alla cottura e alla manipolazione di tali alimenti, perché ne diminuiscono la quantità disponibile poiché la vitamina C è particolarmente sensibile a luce e calore.
L’integrazione di vitamina C è consigliata nei soggetti sottoposti a un continuo surmenage fisico e intellettuale e per tutti in caso di stanchezza e affaticamento perché contribuisce alla loro riduzione e a sostenere la normale funzione psicologica. La vitamina C negli integratori si presenta come Vitamina C pura in polvere cristallina o come sali di Ascorbato di magnesio, potassio o sodio. La vitamina C pura è una fonte concentrata di acido ascorbico in rapporto 1:1, ovvero 1 g di Vitamina C pura corrisponde ad 1 g di acido ascorbico. Purtroppo presenta un sapore amaro-acido che può essere sgradevole, ragion per cui sono stati introdotti i sali anche se caratterizzati da una concentrazione minore di Vitamina C. I sali inoltre risolverebbero anche i problemi gastrointestinali dovuti alla natura acida della vitamina C pura che ne condizionano l’utilizzo in persone particolarmente sensibili. La vitamina C pura, alle dosi consigliate, generalmente non dà problemi nel soggetto sano; nausea, vomito e diarrea sono state evidenziate con un eccesso di vitamina C, ovvero dosi superiori ai 2 g al giorno.

Concludendo, per ritrovare l’energia da cambio stagione segui una dieta sana ed equilibrata con un occhio di riguardo per i cibi ricchi magnesio e vitamina C. Nel caso in cui la stanchezza da cambio stagione non voglia passare, hai bisogno di una ricarica pronta e veloce o la tua vita è particolarmente attiva sia dal punto fisico che intellettuale, valuta anche l’integrazione di magnesio e di vitamina C.



Potrebbe interessarti