concentrazione

Come concentrarsi meglio

Quando si tratta di studio o lavoro, la concentrazione è l’elemento fondamentale per avere successo. È vero anche che tra social network, smartphone e varie distrazioni, concentrarsi è un compito difficile. Ecco qualche consiglio per migliorare le tue tecniche di concentrazione, grazie a speciali principi attivi (come il fosoforo o la caffeina) e altri suggerimenti utili per la tua quotidianità.

  • Organizza il tuo tempo. Organizzare la propria giornata è utile per ottimizzare gli sforzi mentali e concentrarsi sugli impegni quotidiani. Comincia scrivendo un piano delle attività da svolgere nell’arco delle ore lavorative o di studio: in questo modo potrai focalizzare la concentrazione su un’attività alla volta e garantire una performance ottimale a livello cognitivo.
  • Bevi acqua. Il nostro cervello è formato per l’85% da acqua: per cui una disidratazione potrebbe causare stanchezza e riduzione di concentrazione, oltre che mal di testa e rallentamento dell’esecuzione di compiti semplici. Il consiglio è di tenere sempre con sé una bottiglietta d’acqua e bere a piccoli sorsi almeno una volta ogni 30 minuti per mantenere alto il livello di concentrazione.
  • Scopri il gingseng siberiano. L’eleuterococco, comunemente chiamato ginseng siberiano, è una pianta arbustea originaria del Nordest dell’Asia che ha proprietà fisiologiche antistress e antifatica. Come prodotto fitoterapico, aiuta a ritrovare il tono e l’energia, e a resistere meglio allo stress e alla stanchezza grazie al suo effetto adattogeno.
  • Prova il fosforo. Il fosforo fa bene alla concentrazione perché sviluppa l’intuizione e fortifica la memoria combattendo la stanchezza mentale. È utile mettere in tavola cibi ricchi di fosforo come cereali, semi di zucca, legumi, cioccolato fondente, pesce, frutta secca. Potrebbe essere necessario assumere un integratore alimentare a base di fosforo per concentrarsi meglio e migliorare l’attenzione durante lo studio o il lavoro.
  • Tieni sotto controllo lo stress. Concentrati su un compito specifico per non rischiare di avere picchi di stress. Fare troppe cose contemporaneamente potrebbe essere controproducente: in questo modo sarai più efficiente e avrai molto più tempo da dedicare, successivamente, ad altre attività.
  • Caffeina sì, ma senza esagerare. Anche la caffeina aiuta ad alzare la soglia di attenzione mentale, e ne basta un quantitativo pari a mezza tazzina di caffè (circa 75 mg). La caffeina si trova in molteplici bevande e alimenti di uso comune come caffè, tè, cioccolato, cacao e noce di cola. Aiutare la concentrazione con un integratore contenente caffeina è una buona idea: attenzione però a non mixare incoscientemente troppi caffè (o altri alimenti) con una dose eccessiva di integratori.



Potrebbe interessarti